Stazione San Giovanni: quando l’archeologia si svela andando in metropolitana…


domenica 24 marzo 2019

Stazione San Giovanni: quando l’archeologia si svela andando in metropolitana...

I luoghi di passaggio che attraversiamo tutti i giorni distrattamente potrebbero rivelare sorprese inaspettate: nodi di scambio collocati nel ventre profondo di Roma, cunicoli sotterranei scavati in un sottosuolo ricco di storia e di storie… vi siete mai chiesti cosa potremmo vedere se le pareti della metropolitana di Roma fossero trasparenti?

La stazione della metropolitana linea C di San Giovanni tenta, per la prima volta a Roma, di mostrarci quello che si rivela agli occhi di archeologi, ingegneri e muratori durante la perforazione del suolo per la costruzione della metro: si tratta infatti della prima stazione-museo della città. In fondo, l’occasione è ghiotta: scavare per costruire una fermata della metro è una occasione d’oro per approfondire la stratigrafia verticale di un tratto della città, una specie di carotaggio di ampio raggio in grado di raccontarci moltissimo della vita della zona attraverso i secoli.

Un allestimento che racconta la Storia e le storie

Aperta nel 2018, la stazione è allestita in modo da mostrare perfettamente la stratigrafia del sito, utilizzando diversi metodi innovativi. Ad esempio, salendo le scale mobili possiamo compiere un vero e proprio viaggio nella storia, salendo dal livello più basso, che raggiunge la quota di epoca preistorica, fino all’epoca odierna a livello dei tornelli: una serie di iscrizioni sulle pareti segnalano gli eventi storici più importanti avvenuti alle diverse quote attraversate, permettendoci di seguire un eccezionale racconto storico e geografico allo stesso tempo.

Su ogni piano, inoltre, è possibile osservare i reperti e gli oggetti più importanti rinvenuti in quel determinato livello stratigrafico, accostando così alla storia “generale”narrata sulle pareti delle scale mobili, la storia locale e specifica dell’area interessata dagli scavi. Una storia locale che ha rivelato sorprese eccezionali, ad esempio la presenza di una azienda agricola di età imperiale, specializzata nella coltivazione di un frutto all’epoca esotico (e oggi comunissimo) importato dalla Persia: la pesca.

Una metro con cunicoli trasparenti è forse un’idea da film di fantascienza… ma ciò che ci propone la prima stazione-museo di Roma non è molto distante. La stazione metro San Giovanni si presenta come un esperimento eccezionale, come il tentativo di farci percepire con mano una storia che, senza lo scavo della metro, sarebbe rimasta probabilmente sconosciuta e sepolta.

Sto caricando la mappa ....