I lotti della Garbatella: una passeggiata tra architettura, cinema e resistenza


venerdì 16 giugno 2017

I lotti della Garbatella: una passeggiata tra architettura, cinema e resistenza

Lo storico quartiere di Garbatella, noto a tutta la città per i numerosi film e serie tv che ne hanno immortalato e reso celebri gli angolini più suggestivi, ha una storia lunga e affascinante. Una storia che non si riduce certo al suo successo mediatico, ma che al contrario affonda le sue radici nella Roma del primo dopoguerra.

Come nasce la Garbatella?

Costruita come una serie di “lotti” modernissimi destinati ai lavoratori del nuovo porto fluviale, la borgata presenta ancora oggi le casupole allineate e circondate da orti che facevano parte del progetto originario, ispirato alle città giardino d’Oltremanica: l’idea era quella di un nucleo indipendente e autosufficiente, collocato vicino al moderno polo industriale di Roma (quartiere Ostiense), sulla direttrice di espansione verso il mare. Garbatella doveva rispondere all’esigenza di creare una città nella città, un luogo “a misura d’uomo” dove gli operai potessero condurre una vita dignitosa, ma il progetto subì modifiche sostanziali fin dall’inizio.

La visita ci porterà proprio a comprendere perché nasce e come si sviluppa nei primi decenni del Novecento e durante il Fascismo la borgata “Concordia”, partendo dai primi lotti edificati in piazza Brin, passando per i quartieri degli sfrattati e degli sbaraccati, fino all’edificazione degli Alberghi Suburbani che affacciano su Circonvallazione Ostiense.

Barocchetto romano e tanto altro…

Nonostante l’architettura e l’urbanistica del decennio 20-30 siano il filo conduttore del percorso, la visita ci porterà anche ad approfondire altri aspetti del quartiere e della sua vita passata e moderna: citeremo i film che ne hanno immortalato gli angoli e gli orti e ricorderemo i personaggi più celebri del quartiere. Non solo gli intellettuali, gli scrittori, gli artisti e i registi che hanno bazzicato le strade di Garbatella, ma anche gli eroi della Resistenza che hanno lottato durante l’occupazione nazista di Roma. Garbatella, infatti, era un quartiere popolare, e la lotta partigiana ebbe proprio qui uno dei suoi centri. A questo proposito, è necessario ricordare che la Garbatella, e in particolare gli alberghi suburbani, ultima tappa del nostro giro, furono duramente colpiti dal bombardamento alleato sullo scalo ferroviario di Ostiense/San Paolo.

La passeggiata, che termina a Piazza Michele da Carbonara (non molto distante dalla metro Garbatella), compiendo un giro è quasi circolare, vuole essere una panoramica a tutto tondo sul quartiere, sulle sue storie di vita vissuta e le sue leggende, girovagando tra l’epoca di Vittorio Emanuele III, il Fascismo e la moderna epoca della celebrità mediatica.

Mappa non disponibile